#QUALCOSADINUOVO È STAZIONE FUTURO

Svogliati, menefreghisti, amorfi, passivi, arroganti, senza futuro, bamboccioni. Questi sono solo alcuni degli aggettivi con cui descrivono noi giovani d’oggi. C’è sempre qualcosa che era meglio “ai miei tempi” e qualcuno senza speranza. La pensiamo anche noi così? Assolutamente no.

Non c’è niente di più sbagliato e distruttivo della rassegnazione. Non possiamo permetterci di lasciarci andare e rimanere passivi, soprattutto davanti a questa crisi economica e sociale, ma dobbiamo prendere di petto la situazione.

E quale mezzo più efficace della politica per esprimerci e riscattarci? Non quella politica luogo comune di ruberie e malaffare, quella ha un altro nome: criminalità. La politica è bella, è stare insieme, è discutere e cercare le soluzioni migliori per tutti, è impegno e soddisfazione. Se non ci occupiamo della politica sarà la politica ad occuparsi di noi con gli effetti che ne conseguono. E se pretendiamo che la politica si avvicini ai problemi dei giovani, dobbiamo noi giovani avvicinarci alla politica: per farla nostra. Chi meglio di noi può esprimersi e cercare una soluzione ai problemi della scuola? Noi siamo per la scuola pubblica, per la scuola della Costituzione: La scuola e` aperta a tutti. […] I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. […]

Chi meglio di noi può dare una risposta alla domanda ”Trento città per giovani?”. Non si migliora una città con i rammarichi e le lamentele ma con le idee e l’entusiasmo.

Per troppo tempo ci siamo lamentati a priori senza dare soluzioni e proposte per risolverei problemi che ci affliggono. Noi ci proponiamo di criticare le cose che non funzionano ma anche di avere sempre una proposta, un’idea, un’alternativa. È finito il tempo delle lamentele fini a se stesse, è iniziato il tempo delle idee.

Noi ci mettiamo la faccia perché ci crediamo. Non crediamo di far parte di una generazione senza speranza e passiva, crediamo di poter fare molto, crediamo di poter vincere l’indifferenza, crediamo di riuscire a far sentire la nostra voce. Non si può vincere combattendo il futuro, ma solo costruendolo. E se lo vorrai potrai costruirlo con noi. Insieme.

Alessandro Folgheraiter, Federico Duca, Giacomo Peterlana, Alessandra Tomasi, Lorenzo Borga, Simone Valle, Lila Moui, Anna Baldo, Lorenzo Postai, Elisa Postai, Giovanni Rasera, Alessia Gadotti, Martina Firinu, Claudia Marra, Tommaso Decarli, Nicola Pifferi, Philipp Woelk

About these ads