Prima assemblea di Stazione Futuro per chi se l’è persa

120 partecipanti, 75 iscritti totali, mezz’ora di domande parlano da soli.

Pensare che fino a un mese fa eravamo solo una banda di esaltati e sapientoni di politica e vedere cosa é successo oggi fa emozionare. Ma non abbiamo ancora fatto niente, ora viene il difficile.

Cerchiamo di spiegare a chi non c’era di cosa si è discusso: abbiamo iniziato facendo vedere il primo video e un altro video inedito che caricheremo per fine mese per spiegare bene cosa è Stazione Futuro. I segretari Simone Valle e Lorenzo Borga hanno poi fatto una piccola introduzione puntando l’attenzione sul perchè è nata Stazione Futuro e quali sono i fattori di novità che ci distinguono da ciò che già c’è (qui trovate il testo).

Poi a ruota sono seguiti gli interventi di Philipp Woelk su struttura e organizzazione interna del movimento (qui una bozza del discorso), di Lorenzo Postai sulla nostra concezione di politica e sul perchè rimanere apartitici ma fortemente politici (punti chiave), di Alessandro Folgheraiter che ha spiegato uno dei nostri punti più importanti: ricercare la collaborazione tra diverse scuole, e non solo tra i licei, (potete immaginare da soli cosa trovate qui), di Elisa e Martina sulla scuola e di Anna Baldo e Lila sulla nostra città. Per finire un intervento di Alessandra Tomasi sul nostro metodo di lavoro. Abbiamo infatti deciso di indire delle “PRIMARIE DELLE IDEE“, cioè un periodo tra questa sera e la prossima assemblea (un mese circa) in cui tutti potranno inviarci un’idea, una proposta, un tema importante di cui discutere. Gli strumenti sono i soliti: email (stazionefuturo.trento@gmail.com), Facebook, Twitter, a scuola (non dimentichiamoci del contatto umano) e per telefono (contatti). Vi invitiamo a inviarci tutto ciò che pensate sia utile per far crescere Stazione Futuro, prima vogliamo ascoltare le voci di tutti piuttosto che lanciarci subito con la nostra lista della spesa di proposte che rappresentano solo noi stessi.

Tutte le proposte saranno valutate, analizzate e portate poi alla seconda assemblea quando inizierà il lavoro di riflessione e dibattito sulle singole proposte con dei tavoli di lavori divisi per argomento. Ma vi spiegheremo tutto a tempo debito, intanto godiamoci almeno per questa sera ciò che siamo riusciti a costruire in così poco tempo. Chi se lo sarebbe aspettato un mese fa?

PS: ci scusiamo per la mancanza del live streaming dell’assemblea che avevamo annunciato ma abbiamo avuto problemi tecnici con la rete, la prossima volta ci organizzeremo meglio.

Annunci