VERBALE del direttivo del 14 Novembre 2013

Image

Ieri 14 novembre 2013 si è tenuto il quarto direttivo a cui hanno partecipato anche i nuovi iscritti. La partecipazione era più che buona in quanto vi hanno partecipato più di 45 persone.

La riunione è iniziata con la discussione riguardo allo statuto (trovate un articolo ad hoc qui). Si è discusso (e poi votato) se portare a tre il numero dei segretari, se allungare la durata delle cariche elettive da 4 a sei mesi, se istituire un numero legale per le riunioni di direttivo e infine dell’oggetto sociale.

Il direttivo ha poi pensato a come strutturare la prossima assemblea, quella del mese di dicembre, optando per la soluzione dei tavoli di lavoro. In questo modo si potranno discutere in gruppi ristretti i risultati delle primarie delle idee. Non è ancora stata fissata la data definitiva.

Gli iscritti hanno esposto al direttivo alcune delle proprie idee, in parte già presentate alle PRIMARIE DELLE IDEE.

Un progetto in particolare è stato oggetto di discussione più approfondita: un concorso artistico che oltre a stimolare e premiare la creatività dei giovani trentini sia un’occasione di denuncia della burocrazia all’interno della pubblica amministrazione. L’organizzazione di questa iniziativa è affidata a un gruppo di lavoro che si sta costituendo all’interno del direttivo.

L’organo principale del movimento si è poi soffermato su un tema molto attuale a livello locale, quello dell’apertura del centro sociale Casapound Italia a Trento. Il direttivo ha deciso di non esprimersi a riguardo proprio per la forte natura apartitica del movimento. La discussione del tema ha occupato molto spazio all’interno della riunione in quanto è un tema attuale e sentito in maniera particolare da molti iscritti; ci sono opinioni differenti all’interno del movimento. Stazione Futuro parlerà e ascolterà con tutti coloro che si metteranno in contatto con lei e deciderà di caso in caso. Questo è valido per tutto il panorama politico, sociale, culturale e formativo. Ha comunque preferito non partecipare come movimento, e dunque con una delegazione, alle assemblee o incontri che si terranno in questi giorni (ad esempio nella mensa occupata in via 24 maggio). Questo naturalmente non impedisce in alcun modo agli iscritti di prendervi parte.

Il direttivo è rimandato all’ultima settimana di novembre secondo le  modalità  previste dallo statuto.

Annunci